si muore un po’ per poter vivere…

keilabflyingaway

Grazie a VerMario, anche il KEILab ha avuto il suo estremo saluto. Adesso chissà se Axell riserverà un malinconico saluto alla sua creatura a cui è toccata la medesima sorte.

Tante cose fatte e tante se ne sarebbero potute fare ancora, e anche se a volte si si vorrebbe restare fermi mentre tutto intorno si muove, non funziona mai. Ognuno di noi potra’ farsi il proprio bilancio, decidere se nel cambio ci ha perso o guadagnato, ma un momento di tristezza per le cose che prematuramente finiscono è inevitabile.

Idee, progetti, persone …. vanno, vengono.. cambiano forma come le nuvole… quindi lasciamo la parola al poeta 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.