{:it}L’estate è il tempo per le STEM{:}{:gb}Summer is the time for STEM {:}

{:it}Quest’articolo è stato scritto per Media and Learning Newsletter- July 2017 Minecraft, Robotics, Digital Fabrication, Videogames, Scratch, Digital Storytelling, Graphic and Web Design:  i campi estivi offrono l’opportunità di esprimere la creatività, acquisire competenze e sviluppare una nuova consapevolezza digitale. Scienza, tecnologia, ingegneria, matematica, arte e lettura: STEM o STEAM o STREAM sono sinonimo di innovazione tecnologica. I genitori vogliono per i loro figli un’educazione che  garantisca il futuro migliore e dato che non tutte le scuole sono ben attrezzate per le STEM, i campi estivi offrono una grande opportunità per unire divertimento e apprendimento. In tutto il mondo, l’offerta è molto ampia con corsi offerti in lingua madre e in inglese, con  pasti e pernottamenti inclusi,  al mare o in montagna. I costi variano molto, ma per i genitori che si sono mossi i in anticipo le opportunità erano ampie. Dopo le vacanze, molte di queste scuole continueranno ad offrire corsi tutto l’anno sia durante l’orario scolastico che in orario post-scuola. In Italia, l’esperienza di maggior successo è il  Hcampus, che quest’estate offre 128 diversi laboratori in italiano e inglese. A Reggio Emilia, Ragazzedigitali offre corsi specifici per le ragazze mentre MondoDigitale ha organizzato una settimana in Sicilia per costruire robot collaborativi e riflettere sulla lotta contro la mafia. TribuDigitali in Puglia offre un corso di codifica e narrazione settimanale organizzato in un campeggio. To-Science è un laboratorio itinerante sulla scienza, la natura e la tecnologia e a Firenze è possibile lavorare sulla modellazione 3D e la robotica. Brick4kids offre corsi in tutto il mondo agli amanti della Lego e a Torino ha scelto di sistemarli in un piccolo aeroporto dove i bambini possono parlare ai piloti e visitare la torre di controllo. Ci sono molte opportunità in altre parti dell’Europa. In Portogallo, per esempio, il Centro Estudios de Fatima organizza il Camp Code Summer con progetti basati sull’uso di Raspberry, mentre Digitalswitzerland con il suo programma di prossima generazione offre corsi di codifica, robotica e imprenditoria. Digipen offre corsi di arte, animazione e sound design da Bilbao a Singapore. Gli studenti che partecipano a ConMasFuturo a Madrid imparano a costruire veicoli anfibi con Arduino, videogiochi con Unità e anche come progettare una casa intelligente con IoT. La formazione su questi temi durante un corso estivo è indubbiamente utile ma probabilmente non è sufficiente. Gli allievi che iniziano ad andare a scuola oggi avranno un’aspettativa di vita di 100 anni e la possibilità di ritirarsi a 80. Essi avranno almeno due o tre carriere diverse nella loro vita: devono essere disposti a fronteggiare questo tipo di sfida, dato che è molto difficile prevedere oggi come   il mondo del  lavoro potrà cambiare in 10 o 20 anni. I corsi più interessanti dovrebbero immergere i bambini nella vita delle persone intorno a loro e permettere loro di progettare modi per rendere la vita migliore per tutti, sviluppando la passione per cercare l’inaspettato e trovare i modi per superare l’impossibile. I campi digitali estivi hanno l’opportunità di reinventare la scuola o apprendimento? Qual è la vostra esperienza? Cosa ti aspetti dai corsi di STEM come genitore, insegnante o studente.{:}{:gb}

Minecraft, Robotics, Digital Fabrication, Videogames, Scratch, Digital Storytelling, Graphic and Web Design: summer camps provide an opportunity to express creativity, acquire skills and develop new digital awareness. Science, Technology, Engineering, Mathematics as well as Art and Reading: STEM or STEAM or STREAM are synonymous with technological innovation. Parents want for their children an education that guarantees them the best future, and given the fact that not all schools are well equipped for STEM, summer camps provide a great opportunity to combine fun and learning. All around the world, there are plenty of different types of solutions with mother tongue and English courses, with meals and overnight stays included, near the sea or in the mountains. Costs vary a lot, but for parents who have planned ahead, there are lots of different choices. After the holidays, many of these schools will continue to offer courses all year round both during school hours or in an after-school setting. In Italy, the most successful experience is H-campus, which this summer offers 128 different laboratories in Italian and English. In Reggio Emilia, ragazzedigitali offers code-specific courses for girls while MondoDigitale has organised a week in Sicily to build collaborative robots and reflect on the fight against the mafia. TribuDigitali in Puglia offers a weekly coding and storytelling course organised on a camp site. To-Science is an itinerant lab on science, nature and technology and in Eleonora Pantò Media & Learning News July 2017 Published by the Media & Learning Association Florence it’s possible to work on 3D modeling and robotics. Brick4kids offers courses around the world to Lego lovers and in Turin has chosen to set them in a small airport where the kids can talk to the pilots and visit the control tower. There are plenty of opportunities in other parts of Europe. In Portugal, for example, the Estudios de Fatima Center organises the Summer Code Camp with projects based on the use of Raspberry, while Digitalswitzerland with its nextgeneration program offers coding, robotic and entrepreneurial courses. Digipen offers art, animation and sound design courses from Bilbao to Singapore. Students taking part in ConMasFuturo in Madrid learn to build amphibious vehicles with Arduino, videogames with Unity and also how to design a smart home with IoT. Learning STEM during a summer course is undoubtedly useful but probably not enough. The pupils who start to go to school today will have a 100-year-long life expectancy and the prospect of retiring at 80. They will have at least two to three different careers in their lives: they must be prepared to face this kind of challenge, since it is very difficult to predict today how work will change in 10 or 20 years. The most interesting courses should immerse the kids in the lives of people around them and allow them to design ways to make life better for everyone, developing the passion to look for the unexpected and to find ways to overcome the impossible. Are the summer digital camps an opportunity to reinvent school or learning? What is your experience? What do you expect from STEM courses as parents, teachers or students? Share your thoughts with us at eleonora.panto@gmail.com

{:}

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.