passata la fiera….

….e anche questa volta, comunque sia andata, è stato un successo (avrebbe potuto essere altrimenti?)

La manifestazione anti-fiera-pro-palestina si è svolta per fortuna senza nessun guaio particolare e i marcantoni del Mossad in giro per la Fiera non sono stati particolarmente invadenti.

L’incontro su web 2.o ed editoria è stato consegnato ai posteri (articolo e video) mentre se vi interessa quello sul PC dei poveri (XO) potete scaricarvi queste slide.

ebookHo conosciuto le persone di Simplicissimus e toccato i nuovi ebook: iliad, cybook, kindle.. peccato abbiano ancora  prezzi ancora elevati (intorno ai 500 euro) , perché la tecnologia usata per gli schermi non ha nulla a che vedere con quella dei PC e consente un confort di lettura paragonabile a quello della carta.

Viste anche le lavagne interattive che il Ministero della Pubblica Istruzione ha finanziato per le scuole… ma soprattutto è stato bello vedere qualcuno usarle

Ho seguito la presentazione di Bookerang e mi piace molto anche il modello di Pickiwicki: l’ibridazione fra web2.0 e librerie ormai è avviata. Peccato che invece sembri molto più difficile quella con le biblioteche.

Ho molto apprezzato la presentazione del libro sulla Shoah nel Cinema, della casa editrice LeMani e invece non mi è piaciuta molto quella sui bambini e i media, che non sono riuscita a seguire fino alla fine. Mi sono persa Ascanio Celestini che è stato anticipato.

Ho comprato come al solito più libri del necessario e non ho trovato quelli che cercavo, mi piacerebbe trovare più editori stranieri (niente di esotico, ma una scelta di libri di case editrici straniere non guasterebbe), lo stand con le riviste non c’era o non l’ho più trovato.

Premio originalità alla casa editrice toilet.it e premio simpatia per Volontari dello sviluppo dove ho trovato questo libro.

2 risposte a “passata la fiera….”

  1. Io ho spostato tutto su bookerang dopo averne letto sul tuo blog. A me st ‘idea delle librerie piace e la scelta e’ caduta su bookerang anziche’ pickwicki per due motivi (visto che sembrano uguali all’inizio): l’impostazione grafica ed il fatto che l’altro sembra piu’ che altro un blog.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *