Videogiochiamo

Persino io mi sono accorta che è uscita la nuova versione di Grand Theft Auto IV, visto che la pubblicità era dovunque. Comunque questo non giustifica ancora le cifre che riporta wikipedia: 6 milioni di copie fatturando 500 milioni di dollari e superando il precedente record di Halo 3 che in 7 giorni vendette per 300 milioni di dollari.
Al capoverso successivo leggiamo che “ In Italia il videogioco ha ricevuto, dopo pochi giorni dalla commercializzazione, non poche critiche da parte delle associazioni dei consumatori, che ne criticano il susseguirsi di atrocità e di scene scioccanti. Il Codacons ha presentato un esposto alle 104 Procure della Repubblica chiedendo di aprire un’indagine alla luce del possibile reato di istigazione a delinquere.

Ogni volta è la stessa cosa, il gioco è comunque vietato ai minori in Italia.

Giochi a quel livello di complessità , ovvero che richiedono un centinaio di ore per essere completati , sono comunque delle vere e proprie palestre per processi di presa di decisione in tempi rapidi e spesso senza disporre tutte le informazioni necessarie. Decidere se aiutare qualcuno anche se apparentemente ci rallenta, oppure come reagire di fronte a personaggi che sembrano amichevoli e si rivelano pericolosi, scegliere di essere bulli o eroi… dilemmi etici e morali, che nessun altro media permette di provare con la stessa efficacia.

Una lettura abbastanza utile in questo senso, per insegnanti e genitori, e’ “Mamma non rompere sto imparando” di Marc Prensky.

I giochi utilizzano sistemi di Intelligenza Artificiale per reagire in base alle capacità del giocatore, per rendere l’esperienza sempre sufficientemente coinvolgente, tale da non essere frustrante o noiosa.

Se vi interessano comunque i giochi didattici, uno degli ultimi nati, e’ IMMUNE ATTACK, un gioco 3d per capire come funziona il sistema immunitario appena rilasciato dalla FAS-Federation American Scientist, oppure potete consultare la lista dei 26 giochi per cambiare il mondo, per capire come funzionano i sistemi elettorali, perche’ in certe parti del mondo non ci sono condizioni dignitose per vivere o cosa succederebbe se finisse il petrolio. Ci sono anche giochi didattici online gratuiti in italiano ma sono quasi tutti per bambini molto piccoli e spesso troppo semplici per essere davvero coinvolgenti.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *