[BambiniVivaci] Il patto sulla salute mentale dell’Unione Europea

E’ stato siglato il 13 giugno il patto sulla salute mentale.<br>
I dati presentati sul dossier sono impressionanti: 50 milioni di europei soffrono di disturbi mentali (circa l’11) e la depressione è la maggior causa di suicidio. In Europa c’e’ un suicidio ogni 9 minuti.<br>
<br>
La seconda priorità è rivolta ai giovani e all’educazione: circa il 50% dei disturbi mentali ha orgine nell’adolescenza, pari a circa un 10-20% di incidenza sui giovani, soprattutto nelle fasce di popolazione svantaggiate. Le azioni suggerite per le politiche sono:<br>
<br>
– Assicurare interventi precoci attraverso il sistema educativo<br>
– Fornire programmi per l’educazione dei genitori<br>
– Promuore la formazione di professionisti che operano nel campo della salute, dell’educazione e dei giovani e altri settori interessati alla salute mentale e al benessere<br>
– Promuovere l’integrazione di apprendimento socio-emozionale nelle attività curriculari ed extracurriculari fin dalla scuola materna<br>
– Programmi per prevenire abusi, bullismo, violenza verso i giovani e il rischio di esclusione sociale<br>
– Promuovere la partecipazione.<br>
<br>
<br>
Qui sono disponibli tutte le informazioni:<br>
<br>
http://www.governo.it/GovernoInforma/Dossier/salute_mentale/index.html<br>
<br>
Non ci resta che sperare che dato che il costo della depressione è stimato intorno ai 118 miliardi di euro per l’Unione Europea, se ne investano almeno un decimo per fare davvero della prevenzione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *