Back from Budapest

summit logo

Non so se come gruppo italiano siamo riusciti a comunicare con i vari post, articoli, commenti, interviste, liveblogging ecc. quello che è stato il Summit di GlobalVoicesOnline , però qualche riscontro c’e’ stato, qui c’è una raccolta di quello che è stato scritto sul web, tutte le foto sono reperibili qui e alcune delle slide presentate sono qui

Volendo c’e’ anche un articolo dell’Economist.

Ho scritto un post per blogosfere e altre riflessioni sono “in macchina, uno per Ibridamenti e un articolo per Apogeo. Sono stata intervistata da Radio Radicale. Ho regisrato le mie prime interviste video, a Diego Bianchi e ad Alfredo DiGiovampaolo, che ho conosciuto la.

Vi consiglio la visione di questo video che illustra il progetto Rising Voices, una delle tante propaggini che nascono dalle idee delle persone che collaborano con Global Voices Online. Rising Voices si reca ai quattro angoli della terra ad insegnare alle persone ad usare blog ed altri mezzi di espressione dal basso.

Questo video ha un’altra particolarità è stato sottotitolato con dotsub un software free che permette di tradurre con estrema semplicità nella lingua che si preferisce, nel player vedrete dei triangoli in basso a destra, scorrendoli potete vedere i sottotitoli in tutte le lingue in cui il video e’ attualmente tradotto (al momento 12, ma saranno presto molte di più

Questo post è stato scritto con un plugin di Firefox che si chiama ScribeFire, mooolto comodo per scrivere post al volo, anche questo l’ho imparato al Summit. E qualcuno avrà visto che per il liveblogging ho usato un sito che si chiama Coveritlive.

Da un mese conosco il progetto Global Voices e ho imparato moltissime cose, di cui le meno importanti sono quelle tecniche. Soprattutto ho conosciuto persone veramente speciali.

Per questo sono grata a chi ha pensato di avviare questo progetto, a tutti quelli che mi hanno accolto nel gruppo, a chi mi ha ricordato che fare attivismo politico è parlare con le persone, ma in particolare a Bernardo Parrella, che mi ha coinvolto in questa avventura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *