Intervista Comunicatori Pubblici

Comunicatrori pubblici“Matite smozzicate, edifici fatiscenti e magari video volgari e discriminatori su YouTube. La scuola italiana fortunatamente non è solo questo. Basta entrare in qualche classe torinese per avere di fronte tutto un altro scenario: redazioni televisive, progettazioni di interfacce per pc, seminari di web tv e diritto d’autore, piattaforme di … ” comincia così l’invervista di Giorgia Iazzetta che potete leggere qui Net tv, JumpPC e web 2.0: i nuovi media nelle scuole

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *