Finding ADA


Ilada lovelace 24 marzo 2009 sarà l’Ada Lovelace Day. Ma chi è costei? La prima programmatrice giustamente e ampiamente conosciuta fra gli informatici. Una biografia abbastanza completa l’ho trovata qui

Perchè Ada Lovelace Day? Per attirare l’attenzione sull’eccellenza femminile nella tecnologia attraverso una giornata di blogging internazionale.

L’idea è venuta a Suw Charman-Anderson, imprenditrice ed esperta di social computing, che ha lanciato la sua scommessa attraverso Pledge. Ha promesso di scrivere un post su Ada Lovelace il 24 marzo se almeno mille altre persone si fossero unite a lei. Obiettivo raggiunto e superato visto che abbiamo superato le 1300 adesioni e volendo si può ancora aggiungere il proprio impegno attraverso Pledgebank.

Come è spiegato sul sito dell’iniziava, Finding ADA, recenti ricerche della psicologa Penelope Lockwood hanno dimostrato che  le donne hanno bisogno di modelli femminili più degli uomini. Ma non è solo per questo. Suw dice che lei è sempre stata alla larga della questione donne e tecnologie, se non che negli ultimi sei mesi, discutendo con le sue amiche si è resa conto di quanto si sentissero invisibili, sfiduciate e incapaci di ottenere la giusta attenzione rispetto ai colleghi maschi. Se l’iniziativa avrà successo, Suw pensa già a renderla annuale e, crisi economica permettendo, di organizzare iniziative per aumentare e rendere più incisiva la presenza femminile nelle conferenze tecniche (ne ho parlato qualche mese fa.