Ma se ghe penso…genovabarcamp 2010


Genova BarCamp LogoIeri sono stata al Genova Barcamp 2010, organizzato dall’Associazione Cittadini Digitali. Il Barcamp era dedicato alla memoria di Franco Carlini, giornalista, docente e ricercatore universitario scomparso prematuramente nel 2007, uno dei primi ad affrontare il rapporto fra democrazia e Internet.
La sessione a cui ho partecipato РNuovi Alfabeti digitali Рsi ̬ occupata di nuovi giornalismi e nuove letterature: Laura Guglielmi direttore di MenteLocale ed Elena Visconti fondatrice e amministratice di Totem , hanno aperto ricordando Carlini e introducento il tema del giornalismo digitale.

Ho avuto il piacere di conoscere di persona Maria Cecilia e Fabrizio, che hanno appena aperto una nuova casa editrice – Quintadicopertina – che esplora le nuove potenzialità di lettura e scrittura rese possibili dai formati e dai supporti digitali, che consentono ai lettori di interagire in modo diverso con il testo e Mario Squarotti, uno dei traduttori volontari di GlobalVoices in Italiano: è sempre bello quando dalla dimensione della conoscenza “telematica” si passa a quella più propriamente umana.
Ho presentato YouCapital, il progetto nato per sostenere inchieste giornalistiche grazie alle sottoscrizioni online: ho cercato anche di spiegare perché questa iniziativa scaturisce da esperienze nel campo del giornalismo partecipativo ma che tuttavia è aperto a tutti giornalisti professionisti e non. Gabriele Cazzulini e Francesco Bollorino che hanno parlato dopo di me, il primo sembrava volesse essere provocatorio e il secondo un pò più possibilista si sono focalizzati soprattutto sul fatto che non si possa prescindere dal professionismo e pensare che siamo tutti giornalisti e che le tecnologie in fondo non aggiungano molto.

Sono daccordo, ma vogliamo parlare della situazione del nostro Paese? Un paese dove “c’è troppa liberta’ di stampa” nonostante gli organismi internazionali che la valutano ci collochino sempre più in basso, dove il Telegiornale principale della TV di Stato fornisce informazioni ERRATE sui processi in cui è coinvolto il presidente del consiglio e in altri casi le elude?
Se vogliamo che informazione faccia rima con democrazia, abbiamo sempre più bisogno che i cittadini imparino a cercare le notizie e a verificare i fatti, oppure davvero questa volta Pinocchio non riuscirà a scappare dal Gendarme.