Mettiamoci in gioco

 

Il Creative Europe Desk Italia Media e Film Commission Torino Piemonte hanno organizzano il convegno “Mettersi in gioco”  il 21 febbraio 2017 dalle ore 11 (presso la Sede di Via Cagliari 40 a Torino).

E’ stata l’occasione per parlare dell’industria dei videogiochi in Italia, delle opportunità di finanziamento e soprattutto parlare di convergenza tra filiere nel settore creativo e innovativo.

Dopo i saluti di  Silvia Sandrone, Creative Europe Desk Media Italia, è partita la tavola rotonda moderata da EMilio Cozzi, giornalista del Sole24ore a cui ho partecipato insieme a   Marco Mazzaglia, T-Union; Federica D’Urso, Analista dei media e consulente Direzione Generale Cinema, Mibact, Thalita Malagò, AESVI | Associazione Editori Sviluppatori Videogiochi Italiani; Massimo Arvat, Aprodoc | Associazione Piemontese Produttori Documentari.

Si è parlato del bando Creative Europe e di come potrebbe essere modificato per rispondere meglio alle esigenze degli sviluppatori di videogiochi, della nuova legge sul cinema che introduce nuovi contributi anche per i  videogiochi. scoltare dalla voce di Thalita Malagò i risultati della terza indagine di AESVI sull’industria dei videogiochi in Italia. 

Le slide che ho presentato sono qui ; ho raccontato  la storia del progetto europeo BooGAmes, della nostra proposta per un curriculum sul videogioco a scuola, di  JamToday e di ResponSEAble

Questa è stata l’occasione pubblica per presentate  T-Union e Aprodoc, perché l’obiettivo di questa giornata è  favorire maggiori interazioni e collaborazioni fra videogamer e documentaristi.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *