L’estate è il tempo per le STEM

Quest’articolo è stato scritto per Media and Learning Newsletter- July 2017

Minecraft, Robotics, Digital Fabrication, Videogames, Scratch, Digital Storytelling, Graphic and Web Design:  i campi estivi offrono l’opportunità di esprimere la creatività, acquisire competenze e sviluppare una nuova consapevolezza digitale.
Scienza, tecnologia, ingegneria, matematica, arte e lettura: STEM o STEAM o STREAM sono sinonimo di innovazione tecnologica.

I genitori vogliono per i loro figli un’educazione che  garantisca il futuro migliore e dato che non tutte le scuole sono ben attrezzate per le STEM, i campi estivi offrono una grande opportunità per unire divertimento e apprendimento.

In tutto il mondo, l’offerta è molto ampia con corsi offerti in lingua madre e in inglese, con  pasti e pernottamenti inclusi,  al mare o in montagna.

I costi variano molto, ma per i genitori che si sono mossi i in anticipo le opportunità erano ampie. Dopo le vacanze, molte di queste scuole continueranno ad offrire corsi tutto l’anno sia durante l’orario scolastico che in orario post-scuola.

In Italia, l’esperienza di maggior successo è il  Hcampus, che quest’estate offre 128 diversi laboratori in italiano e inglese. A Reggio Emilia,
Ragazzedigitali offre corsi specifici per le ragazze mentre MondoDigitale ha organizzato una settimana in Sicilia per costruire robot collaborativi e riflettere sulla lotta contro la mafia. TribuDigitali in Puglia offre un corso di codifica e narrazione settimanale organizzato in un campeggio. To-Science è un laboratorio itinerante sulla scienza, la natura e la tecnologia e a Firenze è possibile lavorare sulla modellazione 3D e la robotica. Brick4kids offre corsi in tutto il mondo agli amanti della Lego e a Torino ha scelto di sistemarli in un piccolo aeroporto dove i bambini possono parlare ai piloti e visitare la torre di controllo.

Ci sono molte opportunità in altre parti dell’Europa. In Portogallo, per esempio, il Centro Estudios de Fatima organizza il Camp Code Summer con progetti basati sull’uso di Raspberry, mentre Digitalswitzerland con il suo programma di prossima generazione offre corsi di codifica, robotica e imprenditoria. Digipen offre corsi di arte, animazione e sound design da Bilbao a Singapore. Gli studenti che partecipano a ConMasFuturo a Madrid imparano a costruire veicoli anfibi con Arduino, videogiochi con Unità e anche come progettare una casa intelligente con IoT.

La formazione su questi temi durante un corso estivo è indubbiamente utile ma probabilmente non è sufficiente. Gli allievi che iniziano ad andare a scuola oggi avranno un’aspettativa di vita di 100 anni e la possibilità di ritirarsi a 80. Essi avranno almeno due o tre carriere diverse nella loro vita: devono essere disposti a fronteggiare questo tipo di sfida, dato che è molto difficile prevedere oggi come   il mondo del  lavoro potrà cambiare in 10 o 20 anni.

I corsi più interessanti dovrebbero immergere i bambini nella vita delle persone intorno a loro e permettere loro di progettare modi per rendere la vita migliore per tutti, sviluppando la passione per cercare l’inaspettato e trovare i modi per superare l’impossibile.

I campi digitali estivi hanno l’opportunità di reinventare la scuola o
apprendimento? Qual è la vostra esperienza? Cosa ti aspetti dai corsi di STEM come genitore, insegnante o studente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *