2017 un anno in movimento…

Il 2017 è iniziato in vacanza.. nella mia casa in Sicilia, ecco una betulla dell’Etna…  ho imparato un sacco di cose interessanti durante il corso di Erboristeria del Salice Ridente. 

A Gennaio si parte con il botto con la partecipazione a TEDxTorino…  un’esperienza molto impegnativa e gratificante, anche qualcosa di piu’ perché mi ha permesso in certi casi di vedermi con gli occhi degli altri e vedere gli altri con occhi diversi.

A Febbraio  si è continuato a parlare di videogiochi con la Film commission ed è stato un bell’incontro quello di Mettersi in gioco, dove ho conosciuto persone interessanti e da cui sono scaturite due proposte progettuali.

A Marzo una grande felicità: ecco la mia dottoressa magistrale.

 

Marzo è stato anche il mese in cui ho potuto conoscere la squadra della Ludoteca del Registro in transito a Torino e  Giovanni Boccia Altieri,  grazie alla mia cara amica Anna Vaccarelli.

Sempre a Marzo ho ideato l’evento “Domani è gia’ oggi” per Rosa Digitale realizzato grazie alle amiche Stella Perrone, Emanuela Mormile e Sophia Danesino e con il contributo di tutti i loro colleghi con Mariella Berra.

 

Aprile in Lettonia a Jurmala per  Ocean Literacy

poi all’Università di Torino, per la seconda volta nel laboratorio di Mariella Berra: questa volta sul tema Donne E Algoritmi.

Maggio in Costa Azzurra, di nuovo a studiare Ocean Literacy, poi tornare di corsa a  coordinare l’Italian Scratch Festival, partecipare a Bit Of History con Cecilia Alerame e Francesca Ferrara, Stefano Mercurio, Anna Nervo, Donatella Marro, Mastropaolo …e salutare il Mupin.

 

Non si poteva mancare il Salone del Libro per presentare il libro di Parola e Trinchero sui processi di apprendimento.

Giugno a Berlino perchè è ora di iniziare la progettazione del learning game sulla Ocean literacy.. in un palazzo di governo, dove usano ancora i Paternoster, gli ascensori senza porte che non si fermano mai.

Un anticipo di vacanza…  fra il mare e …

le grotte di Frasassi,

 

Luglio a Bolzano ci si rivede per il progetto sulla diversita’ in classe per definire  il quadro teorico, cosi’ ho finalmente rivisto Erica e scoperto questo bellissimo posto che e’ l’EURAC.

A luglio ancora  a Bruxelles, per il progetto Gaming Horizon, dove si discute del ruolo dei videogiochi nella società: grazie per l’invito a Carlo Perrotta e ai colleghi del ITD CNR di Genova, una giornata molto stimolante.

Agosto vacanza..  quante cose belle si scoprono con le guide giuste, grazie Vincenzo per averci fatto conoscere la bellezza di Scicli e di Modica

Ma anche dalle mie parti non e’ male … In punta cosi in  altro sopra il Teatro Greco non ero mai stata.

Settembre a Bucarest, dove si discute di cyberbullismo: una città inaspettatamente affascinante e ricca di contrasti.

Settembre è anche toccata e fuga a Napoli per il convegno ICEM dove insieme a  Anna Maria Tammaro facciamo un workshop su Open Education e Biblioteche e scatto la famosa foto storta correndo via per prendere l’aereo e tornare a Torino.

A settembre abbiamo anche ospitato a Torino il progetto sulla trasformazione digitale nell’arco alpino.

Ottobre è la Settimana europea del Coding e per Dschola significa il MEGACODER, più di 500 bambini e ragazzi per 3 ore di full immersion nel coding.. che bell’evento! GRazie Stefano Mercurio. Grazie insegnanti che ci avete creduto.   Grazie Google. Non grazie invece ai giornalisti che ci  prendono in giro.

Abbiamo di nuovo ospiti a Torino per il progetto learning game su ocean literacy.

E nel giro di due giorni  passo dalle alture del Selleries  alla pianura di Ferrara per il Ricrea Festival. Interessante la rigenerazione urbana, mi manca un giro a Zurigo.  Bello sbattersi per il mondo… pero’ quando l’organizzazione non convince in prima battuta, meglio dare retta al proprio intuito…   neanche il rimborso del  biglietto del treno, neanche una mail di saluto… boh!

A Novembre non so quasi dove sto di casa: da Stoccarda per parlare di Community e IoT, a Rsezsow  per progettare la formazione su diversita’ in classe e poi a Friburgo per efficenza e consapevolezza dei consumi energetici.  E a Torino per salute e videogiochi prima e poi per cittadinanza digitale declinata al femminile.

 

Nel mezzo non ci si perde un altro TEDVision.. .sull’economia circolare: lo stile c’è sempre!

 

 

 

La Svizzera non e’ nel mio immaginario un luogo particolarmente attraente e invece mi ricredo con questa passeggiata a Gruyere un posto che sembra uscito dalla favola della Bella e la Bestia, e infatti difianco alla bellezza medievale c’e’ la bellezza del Museo Gigger.. che era chiuso! ma ci siamo consolate visitando il bar.

 

Novembre è anche per  i nipoti che crescono e si cresimano

Arrivare a Dicembre e dopo 23mila km solo di trasferte, aver cambiato tre automobili, traslocato d’ufficio due volte, completato 6 MOOC e vari altri incontri formativi, forse è inevitabile  ammalarsi a… Natale!

Ciao 2017  mi hai dato tante soddisfazioni e anche se mi sembra di non essermi mai fermata ma ci sono tante cose che non sono riuscita a fare… almeno due progetti personali che non sono riuscita a far partire…    ecco  per il 2018, vorrei essere più capace di focalizzare e incanalare energie su un progetto, il mio!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *