#progetti

Progetti a cui lavoro

  • 2017 -2019 – CyberViolence – colmare l la mancanza di conoscenza e consapevolezza sul tema del cyberbullismo soprattutto fra i giovani, gli educatori e gli insegnanti.
  • 2017 -2018 – Teach -D  Diversity Management at school, focusing on the teachers as key actors in the process of transfer of knowledge, values, skills and competences
  • 2016 -2018- BIG-Iot   establish interoperability by defining a unified Web API for IoT platforms.
  • 2015 -2019 – Responseable is mapping European marine research and knowledge to further our understanding of complex human-ocean relationships and the economic benefits that we derive from our seas and the ecosystems they support.

    Completati

  • 2014  – EMMA The European Multiple MOOC Aggregator called EMMA for short, is a 30 month pilot action supported by the European Union. It aims to showcase excellence in innovative teaching methodologies and learning approaches through the large-scale piloting of MOOCs on different subjects.
  • 2014 – JamToday  JamToday supports the creation, implementation and deployment of educational games by creating methods and tools and by providing a central learning hub for participating organisations that will ensure that stakeholders maintain a balanced understanding of the main issues, and the implementation hurdles that need to be overcome.
  • 2013 Safety kids@school  – un’iniziativa di Assosecurity,  per favorire una maggiore consapevolezza nell’uso dei social media rivolto a studenti, insegnanti e famiglie. Assosecurity ha incaricato CSP e CNR-IIT per l’attuazione del programma.
  • 2012  BOO-Games The aim of the BOO-Games project is to support regional development authorities in understanding the importance of the games industry for the European economy.
  • 2010 – Laboratorio per Università di Torino sui CitizenMedia
  • 2010 MEDEA2020 “MEDEA2020” builds on and further exploits the work of the MEDEA Awards. MEDEA2020 will expand the reach of the awards to include Italian, Spanish and Polish speaking practitioners.
  • 2007 KEILab: ecollab
  • 2007 CSP digital presence
  • 2007 La corporate TV del CSP
  • 2007 ORSO TV
  • 2005 EDOS: Environment for the Development and Distribution of Open Source Software

  • 2004 RIUSA

  • 2003 Estream e Integra
  • 2001 Dschola & DSchola TV

2007 La corporate TV del CSP

L’esperienza della realizzazione del primo videoportale web, è stata preziosa per la realizzazione della corporate tv del CSP, ideando specifici format e progettando un palinsesto di alcuni minuti quotidiani.

La mia presentazione su “Community TV”

2007 – ORSO TV

Con il progetto RDD, Reduce Digital Divide, allâ interno del programma WI-PIE, che sta realizzando l infrastrutturazione a banda larga delle Valli Orco e Soana, si avvia anche l attivita per il sistema di comunicazione integrato multicanale per le valli, che prevede la realizzazione di un community tv, trasmessa su digitale terrestre, su mobile e su web, una radio digitale e un valley blog.Le trasmissioni su web della community tv sono partite ad ottobre 2007.

La mia presentazione su slideshare al convegno e-lara – febbraio 2008

2004 – RIUSA


R
icicla e Impara in URBAN 2 con lo Scambio di Apparecchiature informatiche

RIUSA, il cui acronimo significa Ricicla e Impara in URBAN 2 con lo Scambio di Apparecchiature informatiche, è un progetto pilota realizzato da LISEM volto a ridurre la diseguaglianza economica e sociale creata dalle difficoltà di accesso alle nuove tecnologie e ad educare gli utenti al corretto riutilizzo delle apparecchiature informatiche.
Obiettivo importante è anche quello di promuovere l’uso di software senza onere di licenza (Open Source).
RIUSA acquisisce computer obsoleti da organizzazioni pubbliche e private e, dopo un opportuno ricondizionamento tecnologico e l’installazione di software Open Source, li ha consegnati alle associazioni dell’area URBAN 2 che ne avessero fatto richiesta.
L’attività , avviata alla fine del 2003 con il coordinamento di CSP, si è conclusa nel 2005con importanti risultati:
-il ripristino di oltre 100 macchine da un totale di più di 250 PC obsoleti messi a disposizione da Politecnico di Torino, COREP, CSP, Istituto Edoardo Agnelli e Provincia di Torino;

  • l’allestimento di una sala informatica presso l’Istituto Agnelli (Corso Unione Sovietica, 312 Torino ) aperta al pubblico a partire dal febbraio 2004, in cui gli utenti, hanno trovato assistenza per avvicinarsi al computer, scrivere documenti, inviare posta elettronica e navigare in Internet;
  • la fornitura di 20 PC “rivitalizzati” all’Istituto Penale Minorile Ferranti Aporti di Torino, per attività di formazione a favore degli ragazzi ospiti dell’Istituto minorile;
  • l’adesione della Provincia di Torino al progetto, con la donazione di 200 PC dismessi.

Al termine della fase pilota il LISEM ha realizzato uno studio sulle tematiche di RIUSA, per analizzare la convenienza economica di un’iniziativa pubblico-privata dedita al riciclo di computer a fini sia di profitto sia di utilità sociale.

Di seguito alcuni contributi video relativi alle attività di LISEM:

Iniziativa per l’Istituto minorile Ferrante Aporti
13 dicembre 2004 – RAI3 – TG Regionale (durata 1’47)
visualizza on-line il filmato in formato .WMV

Progetto RIUSA – Presentazione durante intervista radiofonica a “Caterpillar”
martedì 4 maggio 2004 – RAI RADIO2 (durata 5’50”, 6 MB)
scarica l’intervista in formato audio zippato

slide

2001-2004 Dschola

Dschola – o la rete dei Centri di Servizio Animazione e Sperimentazione  – è un progetto iniziato nel 2001 e concluso nel 2004, come azione prevista dal progetto ICT della Fondazione CRT.  Dal 2004 le scuole che partecipavano al progetto hanno fondato una’associazione. 

Il modello Dschola preveda l’istituzione di scuole che fossero poli di servizio per altre scuole: tale modello è stato anche riproposto in contesto internazionale, attraverso il progetto INTEGRA nel framework @lis (collaborazione Europa-America Latina).

Video e Internet sono un tema di interesse dall’avvio del progetto Dschola: video conferenze su IP, uso didattico di Hyperfilm, video interviste agli insegnanti, video monografie di presentazione delle scuole.

L’idea di fondo era di usare il video per documentare esperienze.

Con il progetto eStream  (un progetto Minerva cofinanziato dalla UE) siamo andati più in profondità rispetto al tema del video streaming nelle scuole: sono stati prodotti alcuni manuali (scaricabili online) sia di carattere metodologico sia tecnologico.

Con la partecipazione alla prima edizione del progetto  Extracampus tv – la TV dell’Universitàdi Torino per le scuole, che trasmetteva su digitale terrestre, abbiamo costruito un primo videoportale, per la consultazione on demand del palinsesto.

Il palinsesto delle scuole è  stato un primo tentativo di creare un archivio di video prodotti dalle scuole visibili in rete. Il tema del video streaming è stato al centro dell’evento organizzato dall’agenzia Adverteaser di Vercelli dal titolo “Diretta o on Demand“- che ha visto la partecipazione di Mauro SACCHETTO (CEO Pirelli Broadband Solutions), Eleonora PANTO’ (CSP Torino), Salvo DELL’ARTE(AVVOCATO, I.A.C.C.E.), Giacomo FERRARI (Preside Università del Piemonte Orientale) e Maurizio AUDONE (Presidente di Adverteaser), guidati dal giornalista Roberto Rasia dal Polo.

Il video

2007 DscholaTV

L’arrivo di YouTube, e la triste vicenda di videobullismo, ci spinse a dare voce, anzi video, a tutte le esperienze positive di uso di video a scuola e partiamo con Dschola TV

Il servizio di NEAPOLIS – TG3 RAI su Dschola TV/Eticommunity del 29/04/2008
La presentazione di Dschola TV al convegno “Digital Divide nelle scuole