7 assurdi divieti per le donne


Il movimento d’opinione per permettere alle donne di guidare in Arabia Saudita forse contribuirà a  risolvere una situazione incomprensibile ai più. La giornata per il diritto alle donne a guidare l’auto  che è stata celebrata il 26 ottobre 2013 ha dato una visibilità internazionale alla questione.

Tuttavia, nel mondo ci sono molti casi  di disparità dei diritti delle donne similmente assurdi.   L’articolo del Washington Post evidenzia sette casi: in India, il casco non e’ obbligatorio per le donne “per non sciupare la pettinatura” secondo i sostenitori di questa ridicola e pericolosa disparità, nello Yemen una testimonianza femminile vale solo la metà di quella di un uomo e una donna non può uscire di casa senza il permesso del marito- a meno che non si tratti di emergenza, in Vaticano e Arabia Saudita le donne non hanno diritto di voto e sempre in Arabia Saudita e in Marocco le donne stuprate possono essere considerate colpevoli per essere uscite senza un accompagnatore che le protegga, mentre in Ecuador possono abortire solo le donne considerate “malate  di mente” o dementi.

Volendo approfondire la condizione delle donne nel mondo si può consultare il Gender Gap Index a cura del World Economic Forum: nel rapporto 2013 l’Italia manco a dirlo è al 71 posto su 133 Paesi.   (Grazie a Bruno per la segnalazione)