Browsed by
Tag: oeritaly

[:it][OER in Italy] A course from TACCLE: creating elearning content[:]

[:it][OER in Italy] A course from TACCLE: creating elearning content[:]

[:it]The next TACCLE course “Creating your own e-learning content in school education and adult education” which will be organised from 3 April 2011 until 10 April 2011 in Ancona (IT). With this in-service training our aim is to help teachers to develop state of the art content for e-learning in general and for learning environments in particular. We try to achieve this by training teachers to create e-learning materials and raising their awareness of e-learning in general. TACCLE will help…

Leggi tutto Leggi tutto

[:it][OER in Italy] Take part in a European Survey on OER and OEP[:]

[:it][OER in Italy] Take part in a European Survey on OER and OEP[:]

[:it]Segnalo questa indagine sul tema delle OER/OEP a cura del progetto OPAL [The OPAL Initiative is a partnership between seven organizations including the ICDE, UNESCO, European Foundation for Quality, the Open University UK, Aalto University and the Catholic University Portugal. It is led by the University of Duisburg-Essen, Germany and partly funded by the European Commission.] ============ OPAL is producing a quantitative study on the use of Open Educational Resources (OER) and Open Educational Practices (OEP) in Higher Education and…

Leggi tutto Leggi tutto

[:it][OER in Italy] Aperto e sociale ecco il nuovo modo di imparare[:]

[:it][OER in Italy] Aperto e sociale ecco il nuovo modo di imparare[:]

[:it]L’Università Aperta della Catalunya (UOC) ha organizzato a Barcellona, in collaborazione con la locale Cattedra Unesco per l’eLearning, un seminario di due giorni (30 nov-1 dicembre) sul tema Open Social Learning. Gli speaker invitati erano fra i nomi piu’ noti del movimento dell’open education, tra i quali: * George Siemens della Manitoba University, autore di Knowing Knowledge (disponibile gratuitamente in rete), teorico dell’apprendimento connettivista , * Stephen Downes, ricercatore del Consiglio Nazionale delle Ricerche in Canada e primo teorico del…

Leggi tutto Leggi tutto

[:it][OER in Italy] OER Toolkit: un altro risultato della Community Unesco OER[:]

[:it][OER in Italy] OER Toolkit: un altro risultato della Community Unesco OER[:]

[:it]Grazie al lavoro di Philips Schmidt, docente dell’Universita’ del Sud AFrica, che si e’ inventato tra le altre cose la Peer to Peer University ed è stato promotore del Mozilla Open Education Course che ho avuto l’opportunità di seguire, la Community OER Unesco ha a disposizione un altro importante strumento: OER Toolkit, ovvero la cassetta degli attrezzi per chi voglia partire con un progetto OER. Le pagine wiki nascono da una prima discussione svolta all’interno della community volta a definire…

Leggi tutto Leggi tutto

[:it][OER in Italy] Federica: le frontiere del Web-learning[:]

[:it][OER in Italy] Federica: le frontiere del Web-learning[:]

[:it]Venerdì 13 marzo 2009, Ore 20.30, Centro Congressi Università Federico II, via Partenope 36 Incontro con Renato Mannheimer. Federica, il portale di Web learning dell’Università di Napoli Federico II (www.federica.unina.it), rivoluziona il panorama didattico italiano. Con un’interfaccia semplice e accattivante, Federica offre via Web una straordinaria ricchezza di contenuti formativi: * 2.000 lezioni * 20.000 immagini * 3000 links * 1600 documenti * 300 video * 600 podcast I corsi offrono on-line sintesi delle lezioni, materiali di approfondimento, risorse multimediali,…

Leggi tutto Leggi tutto

[:it][OER in Italy] Academic Earth: scienziati in video[:]

[:it][OER in Italy] Academic Earth: scienziati in video[:]

[:it]Non è lo youtube delle scienze (per quello c’e’ Scivee) ma una raccolta di video lezioni tenute da prestigiosi docenti di altrettanto prestigiose università americane: Berkeley, Harward, MIT, Pricenton, Stanford e Yale. I video sono organizzati per argomento, università di provenienza o nome del ricercatore. Per ogni video è presente una breve sintesi, talvolta lo “script” o le slide utilizzate durante la lezione. E’ inoltre possibile segnalare i video attraverso siti di social bookmarking, e’ disponibile il codice per l’embedding…

Leggi tutto Leggi tutto

[:it][OER in Italy] Speciale ElearningPapers su OER[:]

[:it][OER in Italy] Speciale ElearningPapers su OER[:]

[:it]Il sito Elearning Papers ha dedicato il numero di settembre 2008 alle OER – Risorse Educative Aperte. “Le Open Educational Resources (OER) sono materiali didattici e di apprendimento messi gratuitamente a disposizione di tutti con licenze che ne consentono l’utilizzo, la modifica e la distribuzione. Ma non è tutto. Il movimento mondiale delle OER, in continuo sviluppo grazie ai contenuti generati dagli utenti e alle tecnologie Web 2.0 soggiacenti, presenta numerosi vantaggi e opportunità per insegnanti, autori, professionisti dell’e-learning, sviluppatori…

Leggi tutto Leggi tutto

[:it][OER in Italy] LIBER è ora disponibile gratutitamente[:]

[:it][OER in Italy] LIBER è ora disponibile gratutitamente[:]

[:it]Il Consiglio Esecutivo di LIBER (Association of European Research Libraries) ha stabilito che la rivista dell’Associazione, LIBER Quarterly, sia disponibile ad accesso aperto, con la possibilità di ordinare la stampa on demand al completamento di ciscuna annata. La rivista festeggia la decisione con un’uscita speciale, ricca di contributi provenienti dai diversi gruppi di lavoro dell’Associazione. Questo fascicolo è disponibile sul sito della rivista, http://liber.library.uu.nl/[:]

[:it][OER in Italy]Libri addio al Poli di Torino da La Stampa 30/08/2008[:]

[:it][OER in Italy]Libri addio al Poli di Torino da La Stampa 30/08/2008[:]

[:it]Addio libri di testo. Libri di carta nuovi di zecca che profumano di colla e di tipografia: da comprare e infilare negli zaini, da stropicciare e fotocopiare, da sottolineare tenendo sottomano il temperino per rifare la punta alla matita, mentre si preparano gli esami. E se nei licei i ragazzi sono alle prese con il caro libri, al Politecnico trionfa l’era della «dematerializzazione». L’editoria fatta di libri di carta continua ad esistere, ma anno dopo anno subisce mazzate sempre più…

Leggi tutto Leggi tutto