Buttarla sul ridere.

[…] Centododici donne uccise in Italia nel 2006 dal marito, fidanzato, amante: in più di metà dei casi l’assassino era un ex. In Spagna con settanta donne assassinate lo stesso anno si è parlato di emergenza sociale, si è fatta una legge che punisce più gravemente l’uomo che aggredisce la donna[..] C’è un problema di tutela, prevenzione e certezza della pena, di disperazione delle donne. [Concita De Gregorio, Malamore – Esercizi di resistenza al dolore, Mondadori]

Sono stimate in 6 milioni 743 mila le donne da 16 a 70 anni vittime di violenza fisica o sessuale nel corso della vita (il 31,9% della classe di età considerata). 5 milioni di donne hanno subito violenze sessuali (23,7%), 3 milioni 961 mila violenze fisiche (18,8%). Circa 1 milione di donne ha subito stupri o tentati stupri (4,8%). [Indagine istat 2007 La violenza e i maltrattamenti contro le donne dentro e fuori la famiglia (dati 2006) su un campione di 25mila donne fra i 15 e i 70 anni]

[..]Ci siamo sforzati di buttarla a ridere , ma adesso non ne abbiamo più voglia: gli agguati a scopo di violenza sono in crescita, incominciamo ad avere davvero paura http://www.lidiaravera.it/in-basso-verso-destra/#commentsÂ

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *