Non ci sono evidenze di problemi mentali negli adolescenti dovuti alle tecnologie digitali

Non ci sono evidenze di problemi mentali negli adolescenti dovuti alle tecnologie digitali

L’aumento delle opportunità di intrattenimento digitale negli ultimi anni e il confinamento dovuto alla pandemia, ha creato preoccupazioni nelle famiglie rispetto ad eventuali ripercussioni sulla salute mentale dei figli.

Buone notizie! Un studio appena pubblicato suggerisce che negli ultimi 30 anni, c’è stato poco o nessun aumento nell’associazione tra l’uso delle tecnologie digitali da parte degli adolescenti e i problemi di salute mentale.

Lo studio appena pubblicato su Clinical Psychological Science che ha coinvolto 430 mila adolescenti (9-26 anni) britannici e statunitensi ha analizzato possibili legami tra l’uso degli smartphone, dei social media e la visione della televisione con la depressione, i problemi emotivi e i problemi di comportamento e suicidio. I dati non hanno evidenziato un aumento dei suddetti problemi in relazione all’uso delle tecnologie: in particolare, l’uso dei social media e tv non è associato ad un aumento della depressione, anche se i social provocano un leggero aumento dei problemi emotivi. Non ci sono associazioni fra uso delle tecnologie e problemi di comportamento e suicidio.

Man mano che si accumulano più dati sull’uso delle tecnologie emergenti da parte degli adolescenti, la nostra conoscenza di esse e dei loro effetti sulla salute mentale diventerà più precisa”, ha detto Andy Przybylski, direttore della ricerca all’Oxford Internet Institute e autore senior dello studio. “Quindi, è troppo presto per trarre conclusioni definitive sulle associazioni in aumento, o in diminuzione, tra i social media e la salute mentale degli adolescenti, ed è certamente troppo presto per fare politica o regolamentazione su questa base”.  “Abbiamo bisogno di collaborazioni più trasparenti e credibili tra scienziati e aziende tecnologiche per sbloccare le risposte. I dati esistono all’interno dell’industria tecnologica; gli scienziati devono solo essere in grado di accedervi per un’indagine neutrale e indipendente”, ha detto Przybylski. (fonte Psichological Science)

Lo studio: Reference: Vuorre, M., Orben, A., & Przybylski, A. (2021). There is no evidence that associations between adolescents’ digital technology engagement and mental health problems have increased. Clinical Psychological Science. Advance online publication. https://doi.org/10.1177/2167702621994549

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.